I Terreni di San Severino

L'area di produzione della Doc I Terreni di Sanseverino è rinomata per la perfetta esposizione e l'ideale altitudine delle sue colline che permettono delle eccezionali colture oltre ad una ricca produzione di vini. Tale area comprende l'intero territorio del comune di San Severino Marche, situato nell'alta valle del fiume Potenza. Già a partire dal Trecento, nelle cronache storiche del luogo conservate nell'Archivio Storico Comunale, si ha notizia del vino prodotto sul territorio. Un frequente uso che di esso si faceva, era quello di donarlo come ringraziamento ai potenti dell'epoca per i favori e i benefici ottenuti. La viticoltura nel Comune di S. Severino ha una storia plurisecolare. Città romana, con il nome di Settempeda nasce come colonia Romana, subì una distruzione nel 545 d.C. Nel secolo XIV si conclude una prima fase della riaffermazione della coltura della vite iniziata nell’Alto Medioevo dopo l’abbandono seguito alla crisi del Mondo Antico. Il consumo del vino si è diffuso progressivamente dalle mense ecclesiastiche, a quelle signorili, a quelle borghesi fino a raggiungere le masse per motivi alimentari e sanitari. Il territorio collinare del Comune risulta storicamente tra le zone più felici per il prosperare rigoglioso della vite e per la produzione di uve di qualità.

Questa Doc comprende quattro varietà di vino: Rosso, Rosso Superiore, Rosso Passito e Moro. 

 Vitigno

Uve di Vernaccia Nera per un minimo del 50% e, fino ad un massimo del 50%, uve di altri vitigni a bacca nera non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Marche. La varietà I Terreni di Sanseverino Doc Moro si ottiene per almeno il 60% da uve Montepulciano e per un massimo del 40% da uve di altri vitigni a bacca nera.

 Caratteristiche

Aspetto

All'esame visivo la Doc I Terreni di Sanseverino Rosso e Rosso Superiore si presentano di colore rosso rubino e rosso rubino intenso. Il Rosso Passito si presenta dal colore rosso rubino chiaro tendente al granato. La Doc Terreni di Sanseverino Doc Moro visivamente appare dal colore rosso rubino intenso.

Profumo

Odore delicato, caratteristico.

Gusto

La Doc I Terreni di Sanseverino Rosso e Rosso Superiore hanno profumo gradevole e complesso dall'aroma caratteristico e aromatico. Il Rosso Passito ha odore intenso e caratteristico dell'appassimento. La Doc Terreni di Sanseverino Doc Moro ha infine odore gradevole e complesso..

Gradazione

Titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,50% vol per I Terreni di Sanseverino Rosso, e 12,00% vol per il Rosso Superiore, il Rosso Passito, così come la tipologia Moro..

Età ottimale

Prima di essere immessi al consumo i vini a denominazione di origine controllata I Terreni di Sanseverino devono essere sottoposti ad un periodo minimo di invecchiamento di 18 mesi per Rosso e Moro, di 24 mesi per Rosso Superiore e Rosso Passito, tutti con decorrenza dal 1° dicembre successivo alla vendemmia.

 

 

 Zona di produzione

 

 Tipologie

  • I Terreni di Sanseverino Rosso
  • I Terreni di Sanseverino Rosso Superiore
  • I Terreni di Sanseverino Rosso Passito
  • I Terreni di Sanseverino Moro

 Calice e servizio

I Terreni di Sanseverino Doc nelle tipologie di Rosso, Rosso Superiore vanno consumati a 14°C con un calice da vini leggeri di media capacità svasato.  Il Terreni di Sanseverino Doc Moro si serve a 13-14°C con un calice da vini rossi giovani a media capacità svasato. Il Rosso Passito va servito a 10-12°C in calice a media capacità a tulipano.

 Abbinamento con i cibi

I Terreni di Sanseverino Doc nelle tipologie di Rosso, Rosso Superiore sono ottimi vini da pasto che si accompagnano sia con i primi che con secondi di carne bianca. Entrambe le varietà possono essere degustate anche fuori pasto accompagnate da formaggi stagionati o salumi tipici del luogo come il ciauscolo. Il Terreni di Sanseverino Doc Moro è buon un vino da tutto pasto particolarmente adatto ad accompagnare primi piatti strutturati come i tipici 'Vincisgrassi alla maceratese' o secondi piatti a base di carne di pecora e di coniglio. Il Rosso Passito si sposa perfettamente con la pasticceria secca, pandolci rustici, torte di frutta, pasticceria con creme delicate e crostate.